Peperoncino per la salute del cuore e del cervello


Il peperoncino è una vera e propria bomba di salute, utilizzare abitualmente questa spezia in cucina (circa 4 volte a settimana) riduce il rischio di morte per infarto del 40% e per ictus di oltre il 60%, inoltre riduce del 23% il rischio di morte per qualsiasi causa rispetto a chi non lo assume regolarmente.

Un prezioso elisir di lunga vita, insomma, come conferma uno studio dal titolo Chili Pepper Consumption and Cardiovascular Mortality e pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology.



Quali sono le proprietà del peperoncino?

Il peperoncino migliora la circolazione sanguigna e protegge il sistema cardiovascolare, questa spezia contiene poi molti grassi insaturi che rafforzano i vasi sanguigni e mantengono l'elasticità dei capillari, migliorando in tal modo l'ossigenazione del sangue.

Il peperoncino possiede inoltre notevoli proprietà antinfiammatorie: il suo sapore piccante è dovuto all'alcaloide che contiene, la capsaicina, che favorisce la digestione.

È poi ricco di antiossidanti e vitamine, tra cui la vitamina C, in grado di difendere dalle infezioni, e la vitamina E, che si ritiene essere in grado di potenziare le funzioni sessuali (per questo il peperoncino rientra tra i cibi considerati afrodisiaci).

7 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti